⭐ Editore: Marcos y Marcos ⭐ Collana: Alianti ⭐ Genere: Narrativa ⭐Pubblicazione: 25/10/2012 ⭐Numero di pagine: 288 ⭐Cod.EAN: 9788871686301 ⭐Prezzo di listino: 16 € ⭐Lingua: Italiano

Le fiabe della buonanotte: Il fungo magico

Quando arriva il momento di mettere a nanna i vostri bambini, si tenta qualunque cosa. C’è chi li fa giocare, chi li coccola con un lungo bagnetto.  Altri invece provano a tenerli in braccio, a cullarli fino a che non chiudono gli occhietti, o c’è chi usa metodi alternativi come le tisane nel biberon, o cose simili. Ogni giorno si segue un lento rituale in modo da creare un’abitudine o una situazione di relax. Spesso e volentieri però, questi metodi falliscono tutti, o quasi. I bambini ne sanno una più del diavolo e quando arriva è il momento di dormire se ne inventano di tutti i colori.

Quindi cosa fare dunque prima della nanna, giocare o leggere?

In una parola? LEGGERE! LEGGERE FIABE DELLA BUONANOTTE!

***********************************************************************************************************************************

fungo magico fiaba della buonanotte

Il fungo magico

C’era una volta un bambino di nome Pietro, che voleva andare nel bosco a cercare un fungo molto speciale: un fungo magico. Chi lo toccava infatti poteva realizzare il suo più grande desiderio. Pietro aveva saputo questa storia da una bambina di nome Giulia che aveva conosciuto a scuola. Pietro moriva dalla voglia di trovare il fungo perché il suo più grande desiderio era quello di poter mangiare un’enorme torta con la marmellata.

C’era solo un problema: Pietro non era mai stato da solo in un bosco. Così chiese a sua mamma Cinzia se poteva accompagnarlo. Ma sua mamma quel pomeriggio aveva da fare. Allora il piccolo Pietro, un po’ impaurito, uscì a cercare il fungo magico da solo. E così, dopo aver camminato per dieci minuti, (a Pietro sembrò un’eternità) arrivò all’entrata del bosco, e lì trovò un cartello che diceva:

“Cerchi il fungo magico? Gira a destra, poi a sinistra, poi vai dritto, poi fai due giravolte intorno al pino, poi alza lo sguardo, cerca la stella polare, e troverai il fungo”. Pietro alzò subito lo sguardo al cielo in cerca della stella polare, ma non era ancora buio e non si vedeva una stella in cielo. Allora decise di incamminarsi, seguendo le indicazioni del cartello. Girò a destra, girò a sinistra, poi andò dritto, poi arrivato al pino fece due giravolte, e alzò la sguardo. Con sua grande sorpresa vide qualcosa che non si aspettava per nulla: c’era una stella appesa al grande albero.

“Evviva!” pensò, “Il fungo deve essere qui vicino!” Allora abbassò lo sguardo, ma del fungo, nessuna traccia. Poco lontano dal grande pino, nascosta tra i cespugli, c’era proprio Giulia, che se la rideva sotto i baffi: “Ah-ah! Che sciocco, ci è cascato! Pietro pensava davvero di trovare il fungo magico ma non è così! Il mio scherzo è riuscito!” Quando Pietro tornò a casa aveva una faccia tristissima. Era pronto ad andare da sua mamma a lamentarsi di non aver trovato nessun fungo magico, ma a un tratto, appena aprì la porta di casa…

crostata marmellata“Ehi!” esclamò, “Ma questo buon profumo è…”

Pietro si tolse le scarpe più in fretta che poté, e corse in cucina. Ad aspettarlo, c’era la sua mamma che aveva appena tirato fuori dal forno una buonissima crostata alla marmellata! crostata alla marmellata fiaba della buonanotte “Mamma ma come facevi a sapere che volevo una torta!?” chiese. “Io il fungo magico non l’ho trovato…” Cinzia, la mamma di Pietro gli fece un grande sorriso e gli disse queste parole: “Le mamme amano tanto i loro bambini e con il loro amore riescono a fare le magie più incredibili”. Ed è così che Pietro, il giorno dopo portò a scuola un pezzo di torta per tutti i suoi amici, anche per Giulia la quale nonostante fosse delusa del suo scherzo non riuscito, mangiò lo stesso la torta perché era buonissima!

 

 

***********************************************************************************************************************************

Se vuoi approfondire la storia della crostata, il dolce italiano più antico d’Italia, clicca qui.

Se vuoi leggere un’altra fiaba della buonanotte, clicca qui.

 

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "ACCETTO" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni su consulta la Cookie policy.

Chiudi